tecnologia

26
Gennaio

In rotta verso il turismo spaziale

Scritto da 

Ancora un ottimo risultato per il veicolo New Shepard, progettato dall'azienda statunitense Blue Origin. Lo scorso novembre, la società, di proprietà dell'amministratore e fondatore di Amazon, Jeff Bezos, aveva effettuato il primo esperimento, lanciando in orbita il nuovo veicolo: un razzo di dimensioni molto ridotte, utilizzabile soprattutto per voli suborbitali. Questa volta la giovane azienda ha voluto superarsi, dimostrando di poter riutilizzare il proprio New Shepard. Dopo aver raggiunto un'altezza di 101,7 km, il razzo ha compiuto una traiettoria parabolica, riuscendo ad atterrare a poca distanza dal sito di lancio! Durante la missione è stato anche testato un meccanismo che ne permetterebbe l'utilizzo per il trasporto di turisti, attraverso il rilascio di un modulo abitativo che plana dolcemente mediante l'apertura di un paracadute.


 L’azienda di Bezos ha attualmente intrapreso una “sfida spaziale” con la compagnia Space X, di proprietà di Elon Musk. Il veicolo di Musk, Falcon9, nonostante un recente fallimento in un tentativo di atterraggio in mare, gode di caratteristiche molto diverse rispetto al New Shepard. Ad esempio, è in grado di inserire oggetti esterni in orbita, come dimostrato poco tempo fa dal lancio del satellite Jason 3 della Nasa.

 

FONTE 1 - FONTE 2