tecnologia

12
Febbraio

Esplorazione spaziale, grandi passi per l'Europa

Scritto da 

E' terminato con successo il battesimo del fuoco del primo shuttle spaziale europeo. IXV, acronimo di Intermediate eXperimental Vehicle, è stato lanciato in orbita alle 14.40 di ieri dalla base ESA nella Guyana Francese e, dopo 100 minuti di volo nello spazio, è tornato sulla Terra, concludendo la sua missione con lo splash down nell'Oceano Pacifico, in attesa del recupero. La missione si inserisce nel complesso progetto di approntamento di una navicella, a firma genuinamente europea, in grado di trasportare un equipaggio. Dal pensionamento degli shuttle, infatti, le uniche navette spaziali in grado di adempiere alla missione erano rimaste le russe Soyuz. Fondamentale, per la riuscita dell'impresa, il contributo dell'Agenzia Spaziale Italiana. Dichiara Roberto Battiston, presidente dell'ASI: "Si tratta di una missione storica, sia per l' Italia che per l'ESA. Per la prima volta un velivolo europeo rientra nell'atmosfera terrestre: un primo passo verso lo sviluppo di future navicelle per il volo orbitale e suborbitale".