politica

10
Maggio

Verso un’Italia aperta

Scritto da 

unioniIl disegno di legge sulle unioni civili, dopo aver ricevuto l'approvazione da parte del Senato, approda finalmente alla Camera, dove ieri pomeriggio ha avuto inizio la discussione che dovrebbe portare all'approvazione definitiva della legge. Come già annunciato dal premier Matteo Renzi, il provvedimento giungerà a Montecitorio con voto di fiducia, per cui è prevedibile che entro giovedì si arrivi al voto definitivo. La maggioranza alla Camera è molto ampia, ma non mancano punti di disaccordo tra i vari partiti. Una delle questioni più dibattute è la richiesta che il sindaco possa esercitare una "obiezione di coscienza", decidendo in alcuni casi di non procedere alla celebrazione dell'unione. Ecco un elenco delle dichiarazioni rilasciate dai rappresentati dei partiti maggiori riguardo le intenzioni di voto sul disegno di legge: clicca qui.


La "questione di fiducia" è un meccanismo attraverso cui il Governo mira a sottolineare l'importanza dell'approvazione di una legge, al punto tale che nel caso in cui una legge su cui è stata posta la fiducia non venisse approvata in sede di consultazione, l'intero Governo e le alleanze parlamentari verrebbero a decadere.

 


FONTE 1FONTE 2