politica

Il presidente del consiglio scioglie la riserva: nasce il nuovo governo Gentiloni


GentiloniNella giornata di ieri il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e i nuovi ministri hanno giurato dinanzi al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. È l'atto di nascita ufficiale del nuovo governo. A soli cinque giorni dalla presentazione delle dimissioni da parte del premier uscente Matteo Renzi, il capo dello Stato ha deciso di affidare l'esecutivo a Gentiloni, politico di lungo corso e ministro degli esteri nel governo uscente. Si tratta di 18 ministri, di cui 5 senza portafoglio, ossia privi di uno specifico Ministero di amministrazione. Maria Elena Boschi, ex ministro per le riforme costituzionali del governo Renzi, è stata nominata sottosegretario alla presidenza del consiglio.


FONTE


Governo Gentiloni: pioggia di polemiche da parte della Lega e 5 stelle


Di Battista Di MaioSi parla di "avatar di Renzi", di "fotocopia" e ancora di "governo in provetta". Sono queste le accuse provenienti dai leader dell'opposizione renziana contro il neo presidente del consiglio Paolo Gentiloni. «Dopo la sconfitta del referendum, Renzi avrebbe dovuto abbandonare la politica – commenta su Facebook Alessandro Di Battista – invece è stato proprio lui a consigliare Gentiloni al capo dello Stato. Noi reagiremo, il popolo italiano non può essere ancora calpestato». Sempre sui social ha detto la sua anche Luigi Di Maio, vicepresidente della camera ed esponente del M5S. «C'è un Paese che vuole votare. I cittadini non vedono l'ora di cambiare l'Italia con il proprio voto» scrive «E noi non staremo a guardare». Intanto Salvini organizza manifestazioni nelle piazze per portare avanti la campagna in favore di una votazione immediata.


FONTE


Stato Islamico: l'Isis riprende il controllo della città di Palmira


ISIS-2Palmira è una città dall'importanza storica non indifferente. Inserita in un territorio conteso ormai da secoli tra forze politiche sempre diverse, ma sempre opposte tra loro. Nel marzo di quest'anno le forze governative erano riuscite a strappare la città dalle mani dei miliziani dell'Isis. Ieri, gli jihadisti ne hanno ripreso il controllo. Nella città, sede anche di un importante sito archeologico risalente all'epoca romana, le forze dello Stato Islamico erano state ostacolate dai bombardamenti dell'esercito russo. Con un'operazione-lampo di soli tre giorni, l'Isis ha fatto irruzione nel territorio. Prima attraverso il controllo di alcuni pozzi di petrolio situati nel territorio desertico attorno alla città. In seguito, attraverso una rapida penetrazione nei sobborghi più interni. Al momento non si hanno notizie di una risposta da parte delle forze governative.


FONTE


Macedonia: situazione politica in bilico dopo le elezioni politiche


MacedoniaSecondo le previsioni, le elezioni politiche anticipate avrebbero portato la Macedonia verso un periodo di maggiore stabilità e ripresa economica. Stando a quanto è accaduto in seguito al voto, la realtà è invece molto diversa. La vittoria del partito conservatore con appena 1,37% di vantaggio sull'opposizione ha infatti generato una serie di problemi. Primo fra tutti, il fatto che lo stesso partito socialdemocratico, risultato sconfitto per una soglia irrisoria di differenza, ha affermato di non voler accettare l'esito delle votazioni. Le prospettive, al momento, sono quelle di una duplice rivendicazione politica da parte delle due fazioni che, di fatto, si proclamano entrambe vincitrici del voto. Pertanto, l'unica via per spostare l'ago della bilancia sarà da ricercarsi nelle alleanze. Solo attraverso l'appoggio di alcuni partiti minoritari, infatti, una delle due parti riuscirà ad allargare la propria base di consenso e far prevalere la propria posizione. Al momento, si può solo auspicare che questo avvenga senza ulteriori complicazioni.


FONTE


Grande operazione anti-terrorismo in Turchia: 235 arresti per l'attentato dello scorso sabato


autobomba MogadiscioÈ salito a 44 il numero delle vittime del duplice attentato verificatosi sabato nei pressi dello stadio di Istanbul. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, una prima autobomba è stata fatta esplodere in corrispondenza di una pattuglia di polizia in anti-sommossa. Subito dopo, una seconda esplosione ha colpito la folla radunatasi in un parco vicino allo stadio subito dopo la partita. Nella giornata di ieri, una grande operazione anti-terroristica ha portato all'arresto di 235 persone. Si tratta per la maggior parte di esponenti del partito estremista filo-curdo Hdp. A questi si aggiungono circa un centinaio di persone accusate di aver celebrato sui social inneggiando alla buona riuscita dell'attentato subito dopo la sua avvenuta.


FONTE


Arriva in Italia JustWatch, il motore di ricerca per i fan dello streaming


JustWatchSecondo un recente studio di Ericsson, una persona che guarda abitualmente la televisione impiega circa 1,3 anni della sua vita alla ricerca del programma da guardare. Tra qualche anno questo problema potrebbe non esserci più. E il tempo guadagnato, naturalmente, sarà usato per guardare altri programmi. La tecnologia sta infatti compiendo negli ultimi tempi un nuovo passo avanti nel passaggio dalla televisione allo streaming online. Sarà ora disponibile anche in Italia un nuovo motore di ricerca per lo streaming, dal nome JustWatch. Il suo uso non differisce molto da quello del motore di ricerca più famoso al mondo, Google, con l'unica differenza che su JustWatch saranno disponibili solo risultati inerenti allo streaming. Sarà inoltre possibile consultare una lista di tutti i programmi in rete, l'elenco dei siti in cui è possibile visionarli e calendari aggiornati con la data e l'ora delle varie pubblicazioni. Un grande passo avanti per tutti i fan dello streaming online, che ha già riscosso un successo straordinario presso Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia.


FONTE

 

Iniziate le operazioni di sgombero nel campo profughi di Calais


calaisHanno avuto inizio ieri mattina le operazioni per liberare la "giungla" di Calais, enorme campo profughi nel nord della Francia. Lo sgombero durerà almeno una settimana, dato l'elevato numero di persone presenti, che attualmente si aggira attorno a 7.000. Gli evacuati verranno trasferiti in diversi comuni sul territorio francese, ma si tratta solo di una misura momentanea. Molti dei migranti attualmente presenti a Calais, infatti, non vogliono rimanere in Francia. La loro permanenza sulla costa settentrionale è dovuta al tentativo di attraversare la manica per raggiungere il Regno Unito. I motivi della traversata sono molteplici e i mezzi con cui ci provano spesso pericolosi, come salire di nascosto sui tir diretti verso il porto, o pagare ingenti somme di denaro ai trafficanti di persone. Secondo quanto dichiarato da Medici senza frontiere – che fornisce aiuto nel campo di Calais da ormai diversi anni – lo sgombero, seppure inevitabile, non risolverà la situazione. Decine di persone tenteranno un rifugio di emergenza e i migliaia di minori non accompagnati avranno bisogno di controlli specifici.

FONTE


Ragazza morta per aborto spontaneo: secondo il ministero non c'è obiezione di coscienza


valentina«L'abbiamo sentito tutti. Il dottore mi ha detto che finché c'era il battito non poteva intervenire». Queste le parole del marito di Valentina, la ragazza di 32 anni morta in ospedale dopo un aborto spontaneo. «Sono obiettore di coscienza» avrebbe dichiarato il medico, che però nega tutto. Eppure, nella giornata di ieri, gli ispettori del Ministero della Salute hanno presentato la relazione conclusiva della loro indagine al ministro Lorenzin. Nella rapporto, si legge che Valentina Miluzzo ha ricevuto un trattamento adeguato alle condizioni di rischio in cui verteva al momento del ricovero. La donna, che era ricoverata da due settimane al quinto mese di gravidanza, ha subito un aborto spontaneo di due gemelli avuti con fecondazione assistita. "Non si evidenziano elementi correlabili all'obiezione di coscienza" si legge nella relazione. Intanto il marito della vittima non si arrende e ha affermato che i suoi legali stanno cercando di contattare i testimoni presenti al momento della dichiarazione del medico.


FONTE


Lituania: vince le elezioni il Partito centrista dei Verdi


lituaniaL'unione Lituana dei Contadini e dei Verdi ha vinto le elezioni parlamentari in Lituania dopo il secondo turno di ballottaggio. Il partito centrista ha ottenuto il 40% delle preferenze, battendo il partito conservatore di Unione per la Patria, arrivato secondo. Tra le proposte del programma dei verdi c'è soprattutto un maggior interesse nell'incentivare gli investimenti degli aziende estere nel territorio lituano. Sono inoltre presenti numerosi provvedimenti per tentare di ridurre l'emigrazione dei cittadini verso altri Paesi. Negli ultimi anni, infatti, la Lituania ha registrato un notevole decremento della popolazione. Proprio a causa di questa recessione, il partito socialdemocratico, attualmente al governo, è arrivato terzo alle elezioni, restando escluso anche dal turno di ballottaggio. L'unione dei Contadini e dei Verdi, invece, che è risultato vincente, aveva ottenuto alle scorse elezioni solo un unico seggio di deputati in Parlamento!


FONTE


Omicidio di Guerrina Piscaglia: condanna di 27 anni per il parroco africano


guerrinaGratien Alabi, da tutti conosciuto come padre Graziano, avrebbe ucciso e occultato il cadavere di Guerrina Piscaglia. Questo è quanto emerge dalla sentenza pronunciata ieri dalla corte d'Assise del tribunale di Arezzo, in cui padre Graziano è stato condannato a 27 anni di carcere. La donna, sposata e con un figlio di 24 anni, è scomparsa il 1 Maggio 2014 dal comune di Ca'Raffaello, sull'appenino aretino, al confine tra Emilia Romagna e Marche. Dalle indagini, iniziate poco tempo dopo la scomparsa della donna, è subito emerso un rapporto di consolidata confidenza tra il parroco e la donna. Secondo l'accusa, i due erano amanti. A consolidare l'ipotesi, un tabulato di oltre 4.000 messaggi scambiati tra i due, oltre a diverse dichiarazioni o menzogne rilasciate dal parroco durante gli interrogatori. Al momento il corpo di Guerrina non è mai stato ritrovato. Il parroco, presente in aula al momento della sentenza, è rimasto impietrito. Dall'inizio delle indagini si è sempre proclamato innocente.


FONTE


Alla Camera la proposta dei 5 stelle per dimezzare lo stipendio dei parlamentari


m5sViene presentata oggi la proposta del Movimento 5 stelle per il dimezzamento delle indennità parlamentari. Il leader del movimento, Beppe Grillo, non ha voluto rilasciare dichiarazioni prima della presentazione della proposta alla Camera. «Con l'approvazione della nostra proposta – si legge invece in una nota dei deputati 5 stelle – si farebbero risparmiare circa 87 milioni di euro ai cittadini italiani. I parlamentari hanno una grande occasione: facciano come noi e dimostrino che hanno a cuore gli interessi degli italiani». Luigi Di Maio si schiera invece contro il Pd, intenzionato a dire votare no alla proposta: "Noi guadagniamo 3.000 euro al mese e rendicontiamo tutti i rimborsi" scrive in un post facebook rivolto al premier Matteo Renzi "lui prende più di 5.000 euro e non sappiamo quante cose si fa rimborsare". Se la proposta verrà bocciata, concludono i rappresentati del movimento, o rimandata in commissione, «avremo solo l'ennesima conferma del loro disinteresse nei confronti dello Stato».


FONTE

grilloHa suscitato molte polemiche la battuta di Beppe Grillo che sabato sera, durante uno spettacolo a Padova, ha rivolto parole di scherno nei confronti nel nuovo sindaco di Londra. Ormai lo sappiamo tutti, da 10 giorni a Londra c'è un nuovo sindaco: si chiama Sadiq Khan, è un avvocato difensore dei diritti umani, proviene da una famiglia di immigrati pakistani, è musulmano e appartiene al partito laburista. Quest'aria di novità in uno dei cuori pulsanti del vecchio continente sembra non essere gradita al comico (e politico!) Beppe Grillo, che ha così commentato: "voglio poi vedere quando si fa saltare in aria a Westminster!". La battuta è risultata visibilmente inappropriata, sia pure in un contesto di ilarità, tenendo conto del clima di tensione degli ultimi mesi e del già abbastanza elevato tasso di pregiudizi in merito all'argomento. In tanti sono stati i politici e deputati che hanno voluto esprimere la propria opinione a riguardo. Tra questi, il deputato Pd Andrea Romano lo ha definito "xenofobo", accusandolo di far leva su argomenti scottanti per spostare l'attenzione dagli scandali che stanno colpendo il M5S in questi ultimi giorni; il capogruppo Pd alla camera parla invece di «razzismo e qualunquismo», mentre anche dal centro destra arrivano parole di disapprovazione da parte del candidato sindaco a Roma, Roberto Giacchetti. Al momento il fondatore del Movimento 5 Stelle non si è ancora esposto per rispondere alle accuse ricevute.

 


FONTE 1FONTE 2

Pagina 1 di 10