politica

RENZI-GRILLOGrillo lascia Roma e il premier Matteo Renzi accetta a sorpresa l’incontro richiesto dai 5 stelle e si avvia così un dialogo sulle riforme. L’incontro dura circa sessanta minuti, in streaming sul sito della Camera, ed è incentrato specialmente sulla riforma elettorale proposta dai grillini. Renzi, a questo proposito, dichiara: “Il democratellum, la legge elettorale proposta dal Movimento 5 Stelle, è secondo noi molto interessante sotto tanti aspetti ma gravemente deficitario sotto il profilo della governabilità”. Luigi di Maio, vicepresidente della Camera, sottolinea che questa legge sarebbe il primo esperimento di legge creata in rete e aggiunge: “Vogliamo che questa legge entri in ordinamento, sappiamo che non possiamo farlo soli. Speriamo di poterlo fare con voi che siete la prima forza politica”.

democratellum-300x160Dopo che Beppe Grillo si è dimostrato disponibile per un incontro con Matteo Renzi per discutere della legge elettorale, il premier osserva: "Un mese fa sembrava che io avessi la peste, ora sono tutti per fare le riforme". Mentre sul sito di Grillo è stata pubblicata una lettera per chiedere al premier un incontro formale ("naturalmente in streaming per ragioni di trasparenza"), i deputati cinque stelle ci tengono a sottolineare l'incostituzionalità dell'Italicum, colpevole di avere gli stessi difetti incostituzionali del Porcellum. La risposta dei 5 Stelle all'Italicum di Renzi è il "Democratellum" (leggi qui), un sistema che non è un proporzionale puro, ma consente alle parti politiche che hanno ottenuto il 40% dei voti di avere oltre il 50% dei seggi.