politica

Attentato a Berlino, 12 morti e 48 feriti

berlin-tv-tower-in-winterAttentato a Berlino, 12 i morti e 48 i feriti secondo il bilancio provvisorio. Un grosso tir si è lanciato sui mercatini di Natale della città, le dinamiche sono le stesse della tragedia di Nizza dello scorso luglio. Risulta dispersa una ragazza italiana della quale il cellulare è stato trovato sul luogo dell'attentato. Nella cabina del tir, probabilmente rubato, è stato rinvenuto un uomo morto di nazionalità polacca, mentre la seconda persona avrebbe abbandonato il luogo subito dopo l'azione. Un migrante pakistano di 23 anni è stato arrestato a due chilometri dal luogo della strage, sarebbe un richiedente asilo il cui permesso di soggiorno temporaneo era scaduto a giugno, noto alle forze dell'ordine per reati minori ma non per una radicalizzazione estremista. Il sospettato ha negato di essere coinvolto nell'attacco.

Fonte

 

 


 

Fabrizia di Lorenzo, dispersa dopo l'attentato terroristico a Berlino

fabrizia di lorenzoSi chiama Fabrizia di Lorenzo la ragazza dispersa a Berlino dopo l'attentato terroristico di lunedì sera. Originaria di Sulmone (L'Aquila), si era laureata a Bologna e lavorava a Berlino da tre anni, il suo cellulare è stato rinvenuto nel luogo della strage e ieri mattina non si è presentata sul posto di lavoro. Il ministro degli Esteri Alfano non esclude l'ipotesi di una vittima italiana tra i morti nell'attentato, ma afferma che è necessario aspettare informazioni della magistratura tedesca sull'identità delle vittime. Il padre di Fabrizia: “aspettiamo conferme ma non mi illudo, è finita”.

Fonte

 

 


 

Zurigo, spari in una moschea, fuggito il responsabile

zurichVi sarebbero 3 feriti gravi dopo la sparatoria di ieri pomeriggio avvenuta in un centro di preghiera islamico a Zurigo. Il responsabile, sulla trentina, vestito di nero e con il volto coperto, si sarebbe dato alla fuga. Qualche ora dopo le forze dell'ordine hanno rinvenuto un cadavere sotto un ponte, a circa 350 metri dal luogo dell'accaduto. È ancora ignoto il movente dell'uomo e se questo ritrovamento sia collegabile alla sparatoria. La polizia non ha ancora fornito alcuna indicazione.

Fonte

 

 

 


 

Deboli sul mercato le reazioni agli attentati di Berlino e di Ankara, la piazza affari è in rialzo

borsa milanpDeboli sul mercato le reazioni agli attentati di Berlino e di Ankara, la piazza affari è in rialzo dello 0,2%. Le banche trainano Milano, spinta dalla decisione dell'esecutivo di predisporre un piano di intervento pubblico di più di 20 miliardi per la sicurezza delle aziende del credito. Francoforte invece è piatta, Londra cresce dello 0,1% e Parigi dello 0,4%. Il petrolio resta invariato attorno ai 53 dollari, mentre l'oro scende a 1.133 dollari l'oncia, con una flessione dello 0,6%.

Fonte

 

 

Vertice a Berlino in serata tra il presidente della Bce Mario Draghi, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande per discutere un piano per risolvere l'impasse sulla Grecia. La Grexit "è sicuramente possibile" ma non "auspicabile". Così il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al Festival dell'Economia di Trento, sottolineando che nessuno può dire oggi come si potrebbe gestire un'uscita di Atene; ha comunque ribadito di essere convinto che si arriverà a un accordo. Il compito dell'Eurogruppo è quello "di approvare una proposta di accordo, c'è la volontà politica di approvarla, ma deve avere elementi sostanziali". "La Grecia ha bisogno di una ricostruzione profonda della sua economia, deve inevitabilmente fare alcune riforme fondamentali, dalla lotta all'evasione alle pensioni, avere un profilo credibile di finanza pubblica nel medio termine, e migliorare la competitività del Paese che non può crescere - ha concluso - solo con il turismo, per quanto bella sia la Grecia".

SPETTACOLO 2L'Orso d'oro per il miglior film della 65esima edizione del festival del cinema di Berlino è andato al film Taxi di Jafar Panahi, registra iraniano critico del regime. Costretto agli arresti domiciliari non ha potuto ritirare il premio, che è stato quindi preso dai membri della sua famiglia che sono stati invece autorizzati a partire. L'Orso d'argento Premio Gran Giuria è stato vinto dal film El Club del regista cileno Pablo Larrain.

 

 


In Taxi Panahi racconta il suo Paese attraverso una cinepresa posizionata all'interno di un taxi. Per il registra questo è il terzo film realizzato di nascosto dalle autorità iraniane, dopo che nel 2010 gli era stato impedito di girare film (i primi due erano This is Not a Film e Closed Curtain). In un'intervista Panahi ha spiegato: «Sono un regista. No so fare altro che film. Il cinema è il mio modo di esprimermi e lo stesso significato della mia vita».

Pagina 1 di 2