politica

29
Febbraio

Revenant – Redivivo

Scritto da 

revenantÈ il film che ha ricevuto il maggior numero di candidature per questa 88a edizione degli Oscar: ben 12, tra cui miglior film, migliore regia, miglior sceneggiatura e miglior attore protagonista. Il titolo è Revenant e parla di un gruppo di cacciatori di pellicce che sfuggono agli attacchi dei nativi indiani. Il protagonista – interpretato da Leonardo Di Caprio – riesce a sopravvivere in condizioni estreme: dopo il feroce attacco di un orso, scappa dalla fossa in cui era stato sepolto vivo da un compagno traditore (interpretato da Tom Hardy, candidato all'Oscar come miglior attore non protagonista) e, nel tentativo di fuga da un gruppo di indiani, precipita nel vuoto cadendo da un burrone. Il regista ha voluto che si utilizzasse solo luce naturale, rendendo le riprese più realistiche, ma allo stesso tempo complicate ed estenuanti. La regia è di Alejandro Iñárritu, già trionfatore della notte degli Oscar 2015, in cui ha portato a casa quattro statuette con il film Birdman. L'attore protagonista ha dichiarato che questa pellicola rappresenta in assoluto la prova più ardua a cui si sia sottoposto nella propria carriera cinematografica. Le rigide condizioni climatiche in cui il film è stato girato hanno messo a dura prova la sua resistenza fisica. Sfiorando più volte il rischio dell'ipotermia (le temperature hanno raggiunto picchi di -27°) l'attore ha dovuto recitare con vere pellicce e costumi di scena pesanti oltre 45 chili, ha imparato due lingue dei nativi indiani e ha studiato antiche tecniche di guarigione assieme a uno specialista. La prova che ha destato più scalpore tra i curiosi è però un'altra: sembra che Di Caprio, nonostante sia vegetariano, sia stato infatti costretto a mangiare del fegato crudo di bisonte! A questo proposito, il regista dichiara: «Se non lo avesse fatto, probabilmente non avrebbe colto la verità della scena».


Curiosità: Durante la 73a edizione dei Golden Globe, che ha avuto luogo lo scorso 10 gennaio, anche l'attore Leonardo Di Caprio è stato premiato (assieme al regista e al produttore) per questo film. La notizia ha fatto subito il giro del web: sembra infatti che negli scorsi anni ogni vincitore del Golden Globe abbia poi rincarato la dose vincendo anche l'agognata statuetta. C'è un'eccezione, però, che potrebbe infrangere la tanto sperata vittoria (che Di Caprio attende dopo ben quattro candidature andate a vuoto): già nel 2012, infatti, George Clooney trionfò ai Golden Globe per il ruolo di protagonista in Paradiso amaro, nonostante quell'anno l'Oscar fu poi assegnato a Jean Dujardin!

 

TRAILER
FONTE 1 - FONTE 2