Grandi Temi

hezbollahIl leader degli Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha affermato oggi che la regione siriana si trova di fronte a "un pericolo che non ha precedenti" (riferendosi ai gruppi integralisti) e ha promesso che i suoi uomini aumenteranno il loro coinvolgimento nella guerra civile in Siria in appoggio ai soldati governativi di Bashar al Assad. Nel corso di una cerimonia per celebrare il quindicesimo anniversario del ritiro di Israele dal sud del Libano, Nasrallah ha promesso guerra ai gruppi estremisti sunniti, all'Isis e ad al Qaida. 


 Hezbollah, ossia Partito di Dio, è un partito politico sciita fondato nel giugno 1982, dotato di un'ala militare, con sede in Libano. Il partito si fa garante di un progetto basato sulla tutela dei diritti fondamentali come istruzione, sanità, lavoro, ma anche basato sulla rigida applicazione della Sharia coranica e quindi sulla regolamentazione dei costumi e in generale un forte conservatorismo religioso applicato alle leggi.

Musulmani sono le persone che credono nella religione islamica, mentre l'aggettivo islamico ha cominciato ad essere usato come un sostantivo in seguito all'uso insistente che i mass media ne hanno fatto.


Gli arabi invece sono quella componente etnico-culturale originaria della penisola araba che nel VII secolo ha fondato l'Islam. Molto spesso il termine arabo viene utilizzato erroneamente come sinonimo di musulmano, ma è importare tenere a mente che tra i fedeli musulmani gli arabi sono la netta minoranza (i non arabi sono ben il 75%).


ISLAM
muslim1È una religione monoteista nata in Arabia che risale al VII secolo. Maometto ne è stato il fondatore ed è ritenuto dai musulmani l'ultimo profeta di Dio che ha permes
so la restaurazione del culto di Adamo nella sua integrità e purezza. Allah è la traduzione di Dio in arabo (e si tratta dello stesso Dio riconosciuto anche nell'ebraismo e nel cristianesimo) mentre il Corano è il testo sacro in cui è riportata la parola di Dio. La Sharia invece è la legge religiosa islamica e provvede a definire la cornice legale degli aspetti della vita pubblica di ogni musulmano regolando molti campi della società umana come la politica, la famiglia, la sessualità, il business, l'igiene e altro ancora.

 

All'interno di questa religione vi sono due orientamenti:
il Sunnismo, che comprende la grande maggioranza dei musulmani (circa il 90%) e che rifiuta di riconoscere come guida della comunità islamica i soli discendenti del profeta Maometto permettendo ai califfi di ricoprire questa carica. I musulmani che invece fanno parte della fazione sciita ritengono che le supreme cariche islamiche possano essere ricoperte solamente dagli Imam eredi diretti del profeta Maometto. Questa diversa visione ha portato (e porta tutt'ora) a scontri e rivalità tra le due opposizioni.


JIHAD, il cui significato letterale è "esercitare il massimo sforzo" può coprire diversi significati, dalla lotta interiore spirituale per poter essere un credente modello fino al significato di guerra santa. Oggigiorno la parola Jihad è usata maggiormente con una declinazione militare, anche se nel Corano non è utilizzata solo in questo modo: nel testo sacro dell'Islam infatti la parola jihad è associata al significato di combattimento solo a scopo difensivo.


FONDAMENTALISMO
muslim2Con questo termine si vuole rappresentare l'interpretazione dogmatica e letterale dei testi sacri, rifiutando qualsiasi ideologia o pensiero che possa contrastarli. Il termine venne utilizzato per la prima volta per rappresentare una corrente della religiosità protestante sviluppatasi negli Stati Uniti tra il 1878 e il 1918, ma recentemente è utilizzato prevalentemente associato alla religione islamica: i fondamentalisti islamici intendono stringere un legame strettissimo tra precetti religiosi e la società, predicando uno stile di vita in cui la religione sia il fondamento di ogni tipo di decisione dell'uomo e quindi vivere la religione non in modo intimo ma in un modo che influenzi anche i rapporti sociali e la società stessa.


Hezbollah, il cui significato è 'partito di Dio' è un partito sciita libanese provvisto di un'ala militare e importante finanziatore di servizi sociali, scuole, ospedali e servizi agricoli in Libano. La maggioranza del mondo arabo e musulmano lo vede come un movimento di resistenza e condanna le sue azioni. Stati Uniti, Israele, Australia e Canada la considerano un'organizzazione terroristica, mentre il Parlamento Europeo ha solamente accusato - nel marzo del 2005- Hezbollah si aver condotto 'attività terroristiche'.