Grandi Temi

economia

23 Ottobre

Nel rapporto "Outlook Italia", Confcommercio e Censis dipingono il quadro dell'economia italiana dalla metà del 2014 alla metà del 2015. Se, da un lato, si è registrato un miglioramento per tutti gli indicatori, incluso il potere d'acquisto, che è cresciuto di 11,2€ al mese, dall'altro cresce anche il numero delle famiglie, pari al 20% del totale, che faticano a coprire le spese con il proprio reddito.

 

 

 

FONTE 1

Angus-Deaton13 Ottobre

Questa volta è la Scozia a essere chiamata in causa dagli svedesi per la consegna del Nobel per l'economia: Angus Deaton, nato a Edimburgo, ma docente negli Stati Uniti a Princeton dal 1983, è stato insignito del riconoscimento per i suoi studi su consumi, povertà e welfare. Deaton ha concentrato le sue ricerche su come i consumatori distribuiscano la loro spesa su prodotti diversi, su quanto di ciò che guadagna la società venga speso e quanto risparmiato e su quale sia il modo migliore per valutare e analizzare il benessere e la povertà. Nel 2009 scoprì che la soglia della felicità è a quota 75.000 dollari. La sua soglia di felicità, invece, forse è stata raggiunta con un riconoscimento di fama globale.

varoufakisBruxelles: si registrano "progressi, ma sono ancora molte le questioni da risolvere" nella nuova maratona negoziale tra il Brussels Group (formato da Bce, Commissione Ue e Fondo monetario internazionale) e Atene. Fonti europee parlano di una discussione "costruttiva" che "dovrebbe essere estesa alla giornata di domani". Ma è troppo presto per dire se si riuscirà a raggiungere un accordo. Il governo ellenico sembra intanto essere pronto, secondo la stampa, a ridurre tre diverse aliquote Iva riportandole a una. 


Con Aliquota si intende il tasso fisso o variabile, espresso in forma di percentuale nelle imposte "ad valorem" e in termini fisici nelle imposte specifiche o accise, che si applica alla cosiddetta base imponibile (cioè l'accumulo di redditi che un individuo produce) per calcolare il tributo (cioè, la tassa). Le imposte "ad valorem" e specifiche si contrappongono alle imposte a quota fissa, il cui ammontare è invariabile e fissato direttamente dalla legge. L'aliquota è uno dei fattori di cui si deve tener conto per calcolare l'Imposta sul valore Aggiunto (l'Iva, appunto).

Pagina 3 di 5