Grandi Temi

imagesIl Bilderberg, famoso club dei segreti che comprende circa 130 figure del mondo accademico, politico ed economico, torna a riunirsi a Dresda in questi giorni per discutere principalmente della Russia, delle elezioni americane, della crisi dei migranti e della globalizzazione. Tra gli invitati il direttore del Fondo monetario internazionale, ministri delle finanze, premier. Presenti anche alcune personalità italiane. La lista dei partecipanti è stata ormai resa pubblica, ma l'incontro avverrà rigorosamente a porte chiuse, un cordone di sicurezza è stato predisposto attorno al Taschenbergpalais Kempinski, hotel nel quale avvengono le riunioni. L'obiettivo del Club è quello di "promuovere il dialogo tra Europa e America del Nord".

Fonte uno

economiaÈ il momento di tirare le somme in materia economica per questo secondo trimestre del 2016 e a farlo ci pensa Bankitalia, che ieri ha pubblicato le "proiezioni macroeconomiche per l'economia italiana". Nel bollettino ufficiale si leggono cifre rassicuranti per le tasche degli italiani, con un Pil in crescita, anche se lentamente, e un'economia in complessivo rialzo dello 0,3% rispetto al trimestre precedente. Tuttavia calano le aspettative rispetto a quanto prospettato nella valutazione di gennaio: se nelle scorse proiezioni si auspicava in una crescita dell'1,5% nel bimestre 2016-17, ora la stima cala all'1,2%. La colpa, tuttavia, sarebbe da attribuire al "debole andamento dell'economia mondiale". La debolezza dei Paesi emergenti, infatti, secondo quanto affermato dai responsabili , pesa sulle stime mondiali dell'economia, che ne risente a causa del rallentamento della crescita e della diminuzione del mercato.

 


FONTE

 

images

20 Aprile

Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, è ottimista. Afferma che la "ripresa aumenterà e con lei l'occupazione. I conti pubblici migliorano, la pressione fiscale scende" grazie alla "politica fiscale rigorosa e misure espansive e misure strutturali". Padoan ragiona sul sistema pensionistico e sul mercato del lavoro. Affronta anche il tema della Digital tax, la tassazione dei big del web che erogano servizi in Italia. Una tassa complicata che va però considerata negli interessi del governo. Nel 2015 l'economia è tornata a crescere dopo tre anni di contrazione, il ministro sostiene che nel 2016 la ripresa continuerà e il debito calerà. "La riduzione dello stock di debito delle amministrazioni pubbliche" resta comunque l'obiettivo principale del governo.

 

Fonte uno

Pagina 1 di 5