Grandi Temi

babbo nataleIn Italia il Natale è una delle festività più attese e amate da tutta la popolazione. Questa festa, però, assume caratteristiche molto diverse nei vari paesi del mondo. In molti Stati, ad esempio, alla tradizionale figura di Babbo Natale si sostituisce quella di San Nicola, festeggiato il 6 Dicembre, mentre in Svezia il simbolo del Natale è Santa Lucia, che distribuisce i doni il 13 Dicembre. Anche le tradizioni in uso nei diversi paesi sono molto differenti. In Francia, ad esempio, Babbo Natale lascia i propri doni nelle scarpe dei bambini invece che sotto l'albero. Le scarpe sono al centro delle tradizioni natalizie in diverse parti del mondo: in Germania i bambini le appendono al camino con dentro della paglia, nella speranza di ritrovarle piene di dolci, mentre in Spagna vengono lasciate fuori dalla porta con dentro una carota! In Polonia il consueto pasto natalizio non può avere inizio fino alla comparsa della prima stella e in genere è composto da 12 portate, come il numero degli apostoli. Infine, nella Repubblica Ceca, il Natale è accompagnato da diversi riti per prevedere il successo o la sventura dell'anno che verrà: in uno di essi, le ragazze nubili si tolgono le scarpe, lanciandole contro una porta alle loro spalle. Se la punta della scarpa tocca la porta, nell'anno seguente la ragazza troverà marito.

bookIl taglio dell'Ires (imposta sul reddito delle società) slitta al 2017, mentre saranno investiti un miliardo di euro per la sicurezza e un miliardo per la cultura. Il bonus di 80 euro (destinato in origine solo a chi guadagna meno di 1500 € al mese) è stato esteso a chi lavora nelle forze dell'ordine. Si investe anche sui giovani, innanzitutto con un bonus per i maggiorenni: 500€ da spendere in teatri, musei, concerti e libri. Altra misura adottata, assai attesa, è lo stanziamento di 50 milioni di euro per il diritto allo studio e le borse di studio degli studenti universitari, i cui tagli hanno in precedenza creato forti polemiche.

FONTE

mibact15 Ottobre

Nell'ambito del decreto di Stabilità, è stato annunciato lo stanziamento di fondi in più per i settori di arte e cultura, negli ultimi anni vittime di tagli molto pesanti. Il ministro Franceschini ha annunciato l'arrivo di 150 milioni di euro in più nel 2016 (per un aumento del bilancio del Mibact dell'8%) e di 170 per il 2017 (per un aumento del 10%); inoltre, sono previste 500 assunzioni a tempo indeterminato all'interno del settore.

FONTE 1

Pagina 1 di 4