Grandi Temi

forza danieleA una settimana dagli scontri avvenuti all'Olimpico di Roma in occasione della partita tra Napoli e Fiorentina, la partita di ieri della Juve contro la Roma è terminata con la vittoria della Juve e purtroppo non sono mancati altri problemi di ordine pubblico: l'allerta della Prefettura è stato elevato per tutta la giornata di ieri, mentre secondo i dati forniti dalla Questura sono stati impiegati 2500 agenti, mille in più rispetto alla norma. Dopo che l'ultras Daniele De Santis è stato arrestato per tentato omicidio dopo aver sparato sabato scorso a Ciro Esposito, ieri in Curva Sud i tifosi hanno mostrato uno striscione con scritto "Forza Daniele!" e hanno intonato cori offensivi nei confronti dei napoletani e delle forze dell'ordine.

napolitano ansa 436.jpg 415368877Il presidente Napolitano di esprime ancora circa i fatti avvenuti allo stadio Olimpico di Roma sabato sera scorso, in occasione della finale della Coppa Italia: ''Chi si presenta con le spranghe, con le bombe-carta, chi attacca senza scrupolo [...], chi incendia e devasta: su questo ci deve essere una intransigenza assoluta". Nel frattempo le condizioni di Ciro Esposito, tifoso napoletano ferito da un colpo di arma da fuoco, sono lievemente migliorate, ma continua l'assistenza alle sue funzioni vitali. Il Giudice per le indagini preliminari di Roma rende noto che è stato confermato Daniele De Santis come il responsabile dei colpi sparati sabato sera scorso, citando anche la testimonianza di un tifoso del Napoli.

napolitanoAnche Giorgio Napolitano interviene e dice la sua riguardo i fatti accaduti sabato sera durante la partita Napoli-Fiorentina: "Il calcio deve tornare a essere sport, competizione, spettacolo e rito collettivo". Per il Presidente della Repubblica quanto è avvenuto sabato è qualcosa che richiede un intervento molto severo e trasversale, in quanto sarebbe il risultato di una generale crisi di morale e di valori. Particolarmente apprezzate sono state le parole di Matteo Renzi 'noi a quelli lì il calcio non glielo consegniamo', il quale ha anche annunciato che quest'estate verranno convocate le società sportive per imporre loro il pagamento dell'ordine pubblico, al fine di non far pagare i cittadini. Verrà valutata anche l'ipotesi del Daspo a vita.

 


 

Il Daspo (da D.A.SPO., acronimo di Divieto di Accedere alle manifestazioni sportive), è previsto dalla legge italiana con l'intento di contrastare la violenza negli stadi di calcio. L'evento che scosse l'opinione pubblica europea e portò le varie nazioni a firmare la Convenzione Europea ebbe luogo il 29 maggio 1985 in occasione della finale di coppa dei campioni tra Juventus e Liverpool, a Bruxelles. Durante questa partita gli ultras inglesi causarono disordini tali da provocare la morte di 39 tifosi, quasi tutti italiani.

Pagina 10 di 11