Grandi Temi

images

20 Aprile

Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, è ottimista. Afferma che la "ripresa aumenterà e con lei l'occupazione. I conti pubblici migliorano, la pressione fiscale scende" grazie alla "politica fiscale rigorosa e misure espansive e misure strutturali". Padoan ragiona sul sistema pensionistico e sul mercato del lavoro. Affronta anche il tema della Digital tax, la tassazione dei big del web che erogano servizi in Italia. Una tassa complicata che va però considerata negli interessi del governo. Nel 2015 l'economia è tornata a crescere dopo tre anni di contrazione, il ministro sostiene che nel 2016 la ripresa continuerà e il debito calerà. "La riduzione dello stock di debito delle amministrazioni pubbliche" resta comunque l'obiettivo principale del governo.

 

Fonte uno

In un'intervista a Radio Anch'io su Radio 1, Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, ha confermato che la strategia economica del governo basata sul taglio delle tasse continuerà, ma ha voluto sottolineare che deve trattarsi di tagli "credibili e sostenibili". L'alleggerimento della pressione fiscale è iniziato con le famiglie, fin dai famosi 80 euro, e si estenderà alle imprese. Il ministro considera non ancora sufficiente l'aumento del Pil dello 0,8% (dati Istat) e ritiene premature le nuove stime per il 2016 (si prevede l'1,6%). Padoan si è inoltre dimostrato preoccupato per quanto riguarda il terrorismo, la cui proliferazione, come ha affermato in un convegno sull'antiriciclaggio, "sta inquinando i sistemi finanziari e i mercati e di conseguenza richiede particolare attenzione".

FONTE 1FONTE 2FONTE 3

16 Dicembre

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha parlato ai microfoni di Radio Anch'io circa il caso che ha coinvolto i risparmiatori delle 4 banche in crisi, a cui, per ora, non saranno destinati rimborsi, come ha sottolineato proprio il ministro. Padoan ha assicurato la sua piena fiducia nei confronti di Bankitalia e Consob, e ha parlato molto bene delle possibilità di uscita da questa situazione di tensione del ministro Maria Elena Boschi, colpita dallo scandalo.

 

 

FONTE

Pagina 1 di 4