Grandi Temi

10
Novembre

Il Parlamento Europeo

Scritto da 

Il 25 Maggio si voterà per il Parlamento Europeo, ma sappiamo veramente cosa sia il Parlamento Europeo, quali siano le sue competenze e quanto effettivamente influenzi le nostre vite?

 

parlamento 2

Tra il 22 e il 25 Maggio, 400 milioni di europei -49milioni di italiani- hanno il diritto/dovere di scegliere i propri rappresentanti. È l'unico organo europeo per il quale noi cittadini possiamo esprimerci senza filtri (eleggeremo i nostri rappresentanti attraverso un suffragio universale diretto). La grande novità di queste elezioni europee è la presenza di sei capilista, scelti dai partiti politici europei, che corrono per diventare presidenti della Commissione (in modo profano, un "simil esecutivo" comune a tutti gli Stati membri). I candidati alla Commissione sono: Martin Shulz, Partito socialista europeo; Jean Claude Junker, Partito popolare europeo; Alexis Tsipras, Sinistra unitaria europea; Guy Verhofstadt, Alleanza dei democratici e dei liberali per l'Europa; Ska Keller e Josè Bovè.

In Italia si voterà solo nella giornata del 25 Maggio ed i seggi resteranno aperti dalle 7.00 alle 23.00. Si eleggeranno 73 eurodeputati e l'assegnazione dei seggi avverrà in maniera proporzionale con una soglia di sbarramento fissata al 4% (cioè i seggi saranno suddivisi tra i vari partiti in modo proporzionale ai voti ottenuti a livello nazionale e la quota minima da ottenere per entrare in parlamento è appunto il 4%).
Il Parlamento Europeo è l'assemblea legislativa dell'Unione Europea, insieme al Consiglio Europeo, svolge una funzione di controllo ed è l'unica istituzione europea ad essere eletta direttamente dai cittadini. All'interno dell'Unione Europea le due assemblee legislative, Parlamento e Consiglio Europeo, non hanno identici poteri (vige il bicameralismo imperfetto), e tali rispettivi poteri sono fra loro ripartiti secondo quanto disposto dai Trattati. Va inoltre specificato che l'Unione Europea esercita il potere legislativo solo in via sussidiaria: ciò significa che sono sempre i Trattati a stabilire quando sussiste la competenza in capo all'Unione e, se non specificato, la competenza è dei singoli Stati Membri.

Il Parlamento Europeo dispone di tre sedi: Bruxelles, Strasburgo e Lussemburgo. Le sessioni plenarie (cioè le sessione nelle quali si riuniscono tutti i componenti dell'assemblea) si svolgono tra Bruxelles e Strasburgo; a Bruxelles si svolgono anche, ed unicamente, le riunioni delle commissioni. La sede di Lussemburgo è invece la sede degli uffici amministrativi tra i quali il Segretariato generale del Parlamento Europeo (organo che ha il compito di coordinare l'attività legislativa e di organizzare le sedute plenarie e altre riunioni).
Il Parlamento Europeo è composto attualmente da 766 eurodeputati, che rappresentano oltre 500 milioni di abitanti. Le elezioni, a partire dal 1979, si svolgono ogni 5 anni. Con un numero di aventi diritto al voto pari a circa 388 milioni è la seconda assemblea parlamentare più grande al mondo tra quelle scelte con elezioni democratiche, seconda solo alla Camera del Popolo in India.

 

I poteri del Parlamento Europeo, esercitati congiuntamente con il Consiglio sono:
• Il potere legislativo
• Il potere di bilancio
• Il potere di controllo democratico

 

Per quanto concerne le funzioni, il Parlamento europeo ne ha tre principali che sono:
• Discute e approva le normative europee insieme al Consiglio
• Controlla le altre istituzioni dell'Unione, in particolare la Commissione, per accertarsi che agiscano direttamente
• Discute e adotta il bilancio dell'Unione insieme al Consiglio
più altri di minore rilevanza tra le quali la nomina del mediatore europeo e l'istituzione di commissioni d'inchiesta.

 

parlamento 1Nell'ambito della procedura legislativa ordinaria, Parlamento e Consiglio approvano i progetti di atti legislativi che son proposti dalla Commissione Europea (difatti nell'UE il potere di iniziativa legislativa è di competenza esclusiva della Commissione Europea). La procedura legislativa ordinaria è stata introdotta nella forma attuale dal Trattato di Lisbona (entrato in vigore il 1 dicembre 2009) e da allora è divenuta la principale procedura legislativa all'interno del sistema decisionale dell'UE. In forza di questa procedura viene assegnato al Parlamento Europeo lo stesso "peso" del Consiglio in numerosi ambiti (governance economica, immigrazione, energia, trasporti, protezione dei consumatori, ambiente, agricoltura, ecc.).

Nell'ambito invece dell'esercizio del potere di bilancio, il Parlamento europeo ogni anno, nel mese di dicembre, stabilisce il bilancio dell'anno successivo.
È inoltre necessaria la sua approvazione per quanto concerne situazioni di adesione di un nuovo Stato membro all'Unione ed anche per la maggior parte degli accordi internazionali.
Infine il Parlamento, in quello che si potrebbe definire un rapporto "simil fiduciario", ha il compito di esprimere un voto di approvazione alla Commissione neo formata e può, tramite una mozione di censura, portare la Commissione alle dimissioni.

 

E dulcis in fundo una breve deviazione sul "perché si vota?".
Si vota per influenzare le decisioni che riguardano la nostra vita incidendo sul futuro dell'Unione Europea. Il Parlamento stabilisce leggi che riguardano tutti e che vengono recepite dagli ordinamenti giuridici nazionali, ed inoltre decide circa come spendere i fondi europei. l'Italia è Europa e queste scelte influenzano non solo le nostre leggi ma anche gli investimenti che il legislatore nazionale potrà compiere.

 

Eleonora Baggiani

Leggi anche...