esteri


Istanbul: 1 maggio di sangue

Scritto da 

istanbulAnche quest'anno non sono mancate le proteste ad Istanbul da parte dei manifestanti che volevano accedere in piazza Taksim. Circa 25mila soldati erano schierati in tutta la città per impedire gli scontri e i cortei. Un uomo è rimasto ferito durante i tentativi della polizia di sedare le proteste. Durante la giornata sono stati utilizzati lacrimogeni e cannoni ad acqua per tenere lontana la folla. La piazza Taksim è uno dei punti nevralgici del paese, a causa di antichi avvenimenti che la videro protagonista di tragici eventi. È infatti il luogo dove si consumò il celebre Massacro del 1 Maggio 1977, durante il quale rimasero uccise 34 persone. Dal 1980 la dittatura militar, per evitare possibili vendette da parte della sinistra turca, vietò le manifestazioni in piazza. Il divieto era stato abolito nel 2009 ma, dal 2013, è tornato in vigore, generando non pochi malcontenti nella popolazione.

 


FONTE 1FONTE 2