economia

"La recessione purtroppo c'è in Italia da tre anni, nel 2014 si è affievolita nel 2015 scomparirà". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, arrivando a Strasburgo. "Continuo a credere - ha aggiunto - che il futuro sarà molto migliore". "La disoccupazione - ha aggiunto Padoan - è cresciuta e questo è un dato che avviene normalmente: la disoccupazione segue sempre l'andamento della crescita, in tutti i sensi. La crescita riprenderà e l'occupazione aumenterà nei prossimi mesi. Credo che con i vincoli imposti dal rispetto delle regole Ue e con l'enorme debito che si ritrova l'Italia, la legge di stabilità dia un contributo molto importante e positivo alla crescita e all'occupazione. E' una legge di stabilità fortemente espansiva che riduce la tasse in modo fuori dal comune, invoglierà le imprese ad assumere di più. Continuo a credere - ha concluso - che il futuro sarà molto migliore".

bankitalia

Nella giornata di ieri è stata presentata la Relazione Annuale della Banca d'Italia: si tratta di un'analisi dell'evoluzione dell'economia italiana e internazionale nell'anno passato e nei primi mesi dell'anno in corso. Alcuni dei risultati che emergono dalla Relazione:


• Al fine di garantire gli obiettivi di riduzione del deficit e di poter pagare gli 80 euro di bonus promessi nel 2015, il governo sarebbe obbligato a fare degli interventi per ancora 14,3 miliardi
• La stima dei risparmi massimi che si possono avere dalla spending review ammonterebbe a circa 17 miliardi di euro
• Scatta l'allarme Tasi (Tassa sui Servizi Indivisibili): se l'aliquota scelta da tutti i comuni fosse quella massima del 2,5 per mille, la tassazione sulla prima casa arriverebbe ad essere il 60% in più del 2013
• Un dato positivo riguarda l'occupazione, il cui calo avrebbe subito una battuta d'arresto nel primo trimestre del 2014

Janet YellenIl presidente della Fed Janet Yellen, parlando ieri all'Economic Club di New York, ha dichiarato che l'andamento dell'economia americana rimane incerto. Per questo motivo, la Fed si impegnerà a controllare scrupolosamente le condizioni macroeconomiche mondiali per definire la propria politica monetaria, considerando inflazione e disoccupazione i due problemi principali: da una parte, secondo le previsioni, l'inflazione ci metterà circa due anni per tornare al suo obiettivo di medio periodo del 2%, mentre per arrivare a una situazione di piena occupazione si avrà bisogno di più tempo.

 


 

Il Federal Reserve System è la banca centrale degli Stati Uniti d'America. Si tratta di una struttura privata e indipendente del governo statunitense, con finalità pubblicistiche e con alcuni aspetti di natura privatistica. I compiti della Fed:


1. Stabilire la politica monetaria nazionale influenzando la quantità di moneta in circolazione e le condizioni creditizie dell'economia
2. Supervisionare e regolare le istituzioni bancarie
3. Mantenere la stabilità del sistema finanziario
4. Fornire servizi di tesoreria per le istituzioni depositanti, il governo degli Stati Uniti ed istituzioni ufficiali straniere

Pagina 2 di 2