cronaca

UEFA-Euro-2016-all-qualified-teams1Il presidente francese Francois Hollande a France Inter ha detto, riguardo alla questione sicurezza per i prossimi campionati europei di calcio: "la minaccia esiste", anche se "non bisogna mai farsi impressionare". "Questa minaccia purtroppo vale per un tempo che sarà lungo, per cui dobbiamo prendere tutte le misure per la riuscita di Euro 2016". Il presidente francese ha anche sottolineato di avere "deciso non solo di confermare la competizione" e "di mantenere le aree con i maxi-schermi per i tifosi", ma anche di "fare in modo che sia un festa europea, popolare e sportiva".

FONTE 1

 

hollande al sisiIl presidente francese Francois Hollande ha riferito che con il capo di Stato egiziano Al Sisi ha parlato oggi al Cairo del caso di Giulio Regeni e di quello di Eric Lang, un francese morto in circostanze controverse in un commissariato del Cairo nel 2013. "Abbiamo parlato di diritti dell'Uomo", ha detto Hollande in una conferenza stampa congiunta trasmessa in tv. "Sua eccellenza il presidente ha parlato di questo tema - ha aggiunto - abbiamo affrontato i casi più delicati: il caso di Lang e le circostanze del suo decesso" che "non sono note finora, e di Giulio Regeni. Sappiamo che vi sono questioni che non hanno ancora trovato risposta", ha detto il capo dell'Eliseo. 

FONTE 1

 

Hollande"Ho deciso di chiudere il dibattito perché non sono riuscito a trovare consenso alla mia proposta": sono queste le parole di Hollande, che ha deciso di rinunciare alla proposta di riforma costituzionale che prevedeva la revoca della cittadinanza francese per i terroristi (ma solo per quelli con doppia cittadinanza, che non sarebbero quindi divenuti apolidi). La questione è stata per mesi al centro del dibattito in Francia, ma non si è riusciti ad arrivare a un compromesso, tanto che Hollande ha dovuto lasciar perdere, forse spinto anche dalla sua sempre minor popolarità.

FONTE 1FONTE 2

Pagina 1 di 4